Lettera di un bimbo mai nato…

Lettera di un bimbo mai nato..

Alla propria madre

fetoACara mamma, tu non mi conosci in quanto, quand’ero ancora nel tuo grembo, hai deciso che la mia vita venisse soppressa con l’aborto. Ma, rifiutato dagli uomini, sono stato raccolto dal Signore che ha detto: “Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai” (Is. 49,15). E Dio d’amore, in virtù dei meriti di Gesù Cristo e delle preghiere della Chiesa e di tutti i santi, mi ha portato nel Paradiso.

Essendo morto da piccolo, non in grado quindi di compiere il bene ed il male e di discernerlo, non sono stato sottoposto al giudizio come invece accadrà a te ed agli altri uomini nel momento della morte. Io so che sei stata sedotta da certi falsi maestri che ti hanno fatto credere che si trattava “solo di un’interruzione della gravidanza”, mentre in realtà è un peccato mortale. So che non hai mai letto davvero la Bibbia, mentre preferivi passare ore davanti alla televisione, strumento utile ma che gli uomini hanno reso un moderno vitello d’oro. Se tu avessi letto la Parola di Dio avresti meditato il libro sapienziale del Qoelet che insegna “Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo”.

Avresti quindi atteso il momento propizio per compiere quegli atti d’amore che mi hanno dato vita in un momento per te indesiderato. Credendoti libera ed emancipata secondo le teorie del mondo, ti sei trovata “prigioniera” della mia presenza che ti avrebbe impegnata in compiti e responsabilità per le quali non ti sentivi matura. Nonostante i consigli di chi, ispirato da Dio, ti stimolava ad affidarti comunque alla Sua provvidenza, come fece Agar nel deserto ed altre donne bibliche antesignane di Maria Santissima che ha avuto la massima fiducia in Dio, tu hai preferito sbarazzarti di me. Padre Pio, durante la confessione di una donna che aveva abortito, le mostrò in visione un papa osannato dalle folle dicendole che Dio aveva progettato per suo figlio un tale ruolo. Ma io, dal Paradiso, ti amo lo stesso e prego perché tu ti salvi. In molti casi la preghiera dei bambini abortiti è l’unica orazione, unita a quella di qualche familiare, recitata incessantemente a favore della loro madre. Se sentirai dei rimorsi, sappi che, come è successo a tante madri che hanno abortito, tali rimorsi sono una grazia che va accolta e perfezionata con la confessione del tuo grave peccato, che il Signore d’infinita misericordia arde dal desiderio di perdonare; ma non può farlo senza il tuo pentimento.

Non trascurare tale grazia ed affrettati a sbarazzarti del grave peccato. Da tale peccato devi liberarti il più presto possibile per la tua serenità e per la gioia di Dio che ha detto “Così, vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione” (Lc. 15,7). Poiché ti amo non desidero che tu, incurante dei richiami alla conversione ed al pentimento, finisca nell’inferno che esiste ed è esattamente come la Madonna, mia Madre in cielo, l’ha mostrato ai veggenti di Fatima e di Medjugorje. Anche se andrai da medici o psicologi per tentare di allontanare il “rimorso provvidenziale”, nessun di loro potrà mai cancellare la tua colpa, ma un sacerdote sì. Tuo figlio mai nato.

(tratto da controlamenzogna.splinder.com)

Annunci

9 Responses to Lettera di un bimbo mai nato…

  1. fra ha detto:

    A Fatima i conti non tornano

    Nel 1917 le profezie di Fatima avrebbero previsto la Shoah, il massacro nazista degli ebrei.
    Lo rivela l’agenzia cattolica Zenit, citando il diario di suor Lucia, una delle pastorelle che testimoniarono d’aver visto apparire Maria.
    Il punto strano è che la Shoah avvenne negli anni Quaranta, mentre il diario che riporta la profezia è del 1957.

    cosa c’entra la religione con la politica?
    è vergognoso strumentalizzare questi drammi per portare avanti NUOVAMENTE (non basta tutt il danno che hanno fatto) una discriminazione nei confronti delle donne…..

    LIBERO ARBITRIO LIBERO ARBITRIO
    (forse se lo scrivo due volte ti rimane più impresso e magari approfondisci la questione)

    sono proprio curiosa di vedere che fine farà Ferrara……
    e non cè molto da ridere (riferito al tuo amico Cammilleri….
    vergognatevi

    DIO vi perdoni
    amen

  2. Ariel ha detto:

    Bella e commovente

  3. donnaemadre ha detto:

    @Fra, non nominare il nome di Dio invano. Che c’entra Fatima con la discriminazione nei confronti delle donne? Ferrara, Camilleri… Se ci spieghi meglio forse capiamo.

  4. tph ha detto:

    Leggendo la lettera mi è venuto da ridere.

  5. lory ha detto:

    ma chi cercate di manipolare?noi donne non viviamo più di paura,non cercate di sottometterci con queste patetiche considerazioni di stampo ecclesiastico…il dolore di una madre che perde suo figlio è inimmaginabile…non tentate di 2indovinare2 le cause…

  6. donnaemadre ha detto:

    il dolore di una madre che perde suo figlio è inimmaginabile: ma se non erro qui parliamo di una che lo uccide… tu puoi pure essere d’accordo con l’aborto, ma ti prego, non chiamarlo in un altro modo!
    Noi donne non viviamo più di paura? Parla per te. Io quando ho messo al mondo mia figlia di paura ne avevo tanta, perché lo vedo da sola, ovviamente, che non è il paradiso terrestre, e se sono contro l’aborto, non è certo per paura dell’inferno o della scomunica.

  7. AlbertPike ha detto:

    tph, la lettera fa ridere in effetti, peccato non sia uno scherzo
    sul nome di dio invano molto ci sarebbe da dire, ma a occhio oggi il record delle nomination invane lo raggiungono proprio i cattoliconi intransigenti come questi qui, che parlano in nome di dio, del volere di dio e invece sputacchiano fuori le loro turbe mentali e le loro ansie di dominio e di controllo sul mondo e sulle cosienze altrui
    donnaemadre, complimentoni, sei riuscita afare un figlio, bravona, sai che sei quasi l’unica sulla faccia della terra? …. ma curati …..

  8. donnaemadre ha detto:

    L’ansia di dominio e controllo mi sembra che ce l’abbia chi si sente in diritto di decidere se qualcuno può nascere o no, se è meglio buttarlo nell’inceneritore o meno.

    Curarmi? Grazie tesoro per il consiglio. Appena mi sentiro male mi curerò.

    Purtroppo per te, al momento sto una favola. Proprio in grazia di Dio (perdonami Signore, per averti nominato invano).

    Sono quasi unica sulla faccia della terra? Io ci toglierei il quasi. Ognuno di noi è un essere unico e irripetibile, compresi tutti qui bimbi mai nati.

    Buona giornata, unico e insostituibile AlbertPike.

  9. nunzy conti ha detto:

    Scusate la mia intromissione..ma nel leggere alcuni post si evince solo una grande mancanza di rispetto ,presupposto fondamentale per una “sana coabitazione civile”
    Credo che la “lettera” si molto chiara nella sua posizione..e penso che il libero arbitrio sia un sinequanon per ogni essere umano…
    Io volevo solo spostare l’accento sulle posizioni “intransigenti” che si assumono sempre
    quando si vuole stare solo “da una parte” e si ignorano le circostanze dell”‘altra parte”
    Si rischia sempre in questo caso di diventare censori a prescindere…
    Ma accidenti… se ci sono modi molto più eleganti per esprimere il proprio disaccordo!!!

    ***AlbertPike con questo tuo modo di esporti risulti solo scomodo ..è un attacco che sicuramente ottiene solo di non avvalere la tua teoria ***

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: