Messaggio di tenerezza

novembre 10, 2008

Questa notte ho fatto un sogno,
ho sognato che ho camminato sulla sabbia
e sullo scherma della notte proiettati tutti i giorni della mia vita.
Ho guardato indietro e ho visto che ad ogni giorno
apparivano delle orme sulla sabbia:
una mia e una del Signore.
Così sono andato avanti, finchè tutti i miei giorni si esaurirono.
Allora mi sono fermato, ho guardato indietro,
notando che in certi posti
c’era solo un’orma.
Questi posti coincidevano con i giorni
più difficili della mia vita:
i giorni di maggior angustia,
di maggior paura e di maggior dolore.
Ho domandato allora:
“Signore, tu mi avevi detto che saresti stato con me tutti i giorni
ed io ho accettato di vivere con te,
ma perché mi hai lasciato proprio nei momenti peggiori della mia vita?”.
Ed il Signore mi ha risposto:
“Figlio mio, io ti amo e ti dissi che sarei stato con te durante tutta la camminata,
e che non ti avrei lasciato solo,
neppure per un attimo,
e non ti ho lasciato.
I giorni in cui tu hai visto solo un’orma
sulla sabbia,
sono stati i giorni in cui ti ho portato in braccio!”.
(Anonimo Brasiliano)
orme
per te. Lui. una Via. l’ha tracciata.

Annunci

Ad Akita, la Vergine piange sui peccati del mondo

settembre 7, 2008

A partire dal 6 luglio 1973, suor Agnese Sasagawa ha ricevuto ad Akita (Giappone) dei messaggi Celesti che le chiedevano preghiere per la riparazione dei peccati del mondo:

“Il mondo attuale bestemmia i Tre Santi Cuori di  Nostro Signore, con le sue ingratitudini e le sue ingiurie. La bestemmia contro Maria la ritiene la più profonda e dolorosa”

« Prega molto per il Papa, i Vescovi e i preti » – « Molti uomini in questo mondo affliggono il Signore. Io desidero che delle anime preghino per consolarLo…” – “Se gli uomini non si pentono e non migliorano, una terribile disgrazia si abbatterà sulla umanità intera”.

In seguito, tra il 4 gennaio 1975 e il 15 settembre 1981, la statua della Vergine, che si trovava nel Convento, si mise a piangere. Il fenomeno si riprodusse 101 volte, in presenza di numerosi testimoni e Mons. Ito, vescovo di Niigata, vide in questo segnale il marchio di autenticità delle apparizioni che egli riconobbe finalmente ufficialmente il 22 aprile 1984.

La statua della Vergine proveniva da Medjugorje.

(tratto da http://controlamenzogna.splinder.com/)


“una medaglia ha sempre 2 facce”

luglio 14, 2008

Qualche giorno fa mi trovavo in vacanza al mare. Come tutte le mattine prima di andare in spiaggia, mi recai dal giornalaio. Nutro l’abitudine di comprare sempre due quotidiani, uno per schieramento politico (uno di “sinistra” e uno di “destra”). Quella mattina decisi di acquistare “Repubblica” e “Libero”.

Nel leggere il quotidiano profilato a sinistra (Repubblica) trovai un intera pagina che trattava il tema dell’eutanasia. Si parlava di Eluana, (donna di 36 anni, in coma da 16, che sarà fatta morire di sete e di fame) di Piergiorgio Welby, e di altri personaggi che hanno deciso di “smettere di soffrire”.

Nell’articolo venivano, a mio avviso in modo assolutamente scorretto, trattati SOLO i casi sfociati con la decisione di “farla finita”. Tutti sappiamo invece che un qualsiasi lavoro definito rispettabile, da voce a entrambe le parti, espone le 2 facce della medaglia, non inganna il lettore facendo trapelare solo la parte che piace allo schieramento politico padrone del giornale..

L’interrogazione che pongo anche a voi lettori é la seguente: È corretto dare spazio solo a chi ha deciso di smettere di vivere? Non sarebbe stato più corretto dare voce anche a chi ha invece deciso di continuare a vivere? Perché nell’articolo non si parla di Salvatore Crisafulli?


NON ABBIATE PAURA!!

marzo 10, 2008

 Cristo sa!

cosa é dentro l’uomo..

..solo lui lo sa!


Contraddizione “Espresso”

febbraio 12, 2008

Anche questa settimana sono andato a comprare il settimanale “Espresso”, e come di conseueto anche questa volta ho trovato un’articolo di affronto alla Chiesa. In questa puntata (visto che ho già trattato precedenti in questo blog) si parla dell’ aborto, il titolo dell’articolo é S.O.S ABORTO, viene trattato il tema della legge 194, legge che ormai esiste da 30 anni e ultimamente viene attaccata.

L’articolo é un colloquio tra Daniela Minerva e la ministro del ormai ex governo Prodi, Emma Bonino.

Minevra comincia con un’introduzione dove viene scritto ciò che segue:

< Benedetto XVI (…) circondato dai suoi vescovi: in realtà i primi, nell’agosto del 2007, a chiedere esplicitmente, sul LORO quotidiano “Avvenire”, una revisione della legge 194. Tutti uomini, devoti, aricigni e minacciosi. Tutti a criminalizzare le donne, GIA DEVASTATE DAL PIÙ GRANDE DEI DOLORI, L’INTERRUZIONE VOLONTARIA DI UNA GRAVIDANZA.

Mi chiedo, l’Espresso é liberista di conseguenza favorevole all’omicidio che avviene prima della nascita, ma in quanto scritto da una delle sue giornaliste avviene una contraddizione. La giornalista Minerva ammette chiaramente che l’ ABORTO é IL PIÙ GRANDE DEI DOLORI a cui una donna può andare in contro!!! E allora perché abortire? Abortire, perché ho già tre figli e il quarto sarebbe di troppo? Abortire, perché finanziariamente potrei riscontrare problemi? Abortire, perché il datore di lavoro mi licenzia se ho una gravidanza? Abortire, perché?

Una giornalista di un settimanale pro aborto ha esplicitamente detto che l’ aborto é il più grande dei dolori, ma visto che é il PIÙ grande esiste davvero un motivo plausibile per commettere un omicidio? Non credo…

—->> L’ABORTO UCCIDE 2 VITE<<—-


Signore del cielo..

gennaio 29, 2008

SIGNORE DEL CIELO

 

Nell’anima scende il tuo respiro

e l’infinito è in mezzo a noi.

Nell’anima scenderà l’immensità,

l’amore in mezzo a noi.

E l’anima canta la tua presenza

e il paradiso è in mezzo a noi.

E l’anima canterà la verità,

la vita in mezzo a noi.

 

Signore dei cielo, degli abissi sereni,

tu Signore che vieni

per essere con noi che siamo in questa valle!

Signore dei cielo, delle altezze più sante,

tu Signore viandante

cammini affianco a noi che siamo in questa valle!

 

E l’anima splende di sole e fiamma

e l’universo è in mezzo a noi.

E l’anima splenderà e accenderà

la luce in mezzo a noi.

Nell’anima un vento che spira lieve:

la primavera è in mezzo a noi.

Nell’anima un vento che è la libertà,

la gioia in mezzo a noi.

 

Signore del cielo, degli abissi sereni…

 

È la gioia che dilaga, una gioia che appaga

di più, di più, di più di ogni ricchezza,

di ogni bellezza che l’uomo può pensare

perché è Dio che ti viene a cercare!

E il mondo allora è riscattato e non guardiamo più

le stelle con la nostalgia dell’infinito,

perché un Amore senza fine ha rovesciato

il cielo sulla terra, il cielo sulla terra… (e allora…).


…diritto alla vita…

gennaio 26, 2008

Diritto alla casa, diritto al lavoro, diritto all’istruzione, diritto alla sicurezza, diritto alla libertà, diritto alla salute, diritto di voto, e tutti gli altri diritti che fanno parte del calderone dei diritti cosiddetti fondamentali, altro non sono che inutili ed irritanti capricci se messi di fronte al diritto alla vita.
Non sono diritti fondamentali ma l’esatto contrario. Sono diritti superflui.
Senza il diritto alla vita, che ad oggi in Italia è negato a 356 persone al giorno, non si accede a null’altro.

La civiltà è come una casa. Non si costruisce partendo dal tetto.

tratto da: http://roberto-veritaeliberta.blogspot.com/